Chi è Sarah Russell

sarah-russell

"Solo quando sei stato nella valle più profonda puoi davvero apprezzare la magnificenza delle montagne".

La salute è sempre stata la mia priorità e della mia famiglia. Ho lavorato come insegnante di fitness per 25 anni e affrontato competizioni sia di canottaggio che di triathlon. Sono sempre stata una maratoneta competitiva, mi divertivo nella gare outdoor, di mountain bike,corsa campestre e scalate. Lavoro per ConvaTec come esperta di Benessere.

Così nel 2010, è stato un emorme shock per me sapere di dover affrontare in urgenza l'intervento di ileostomia per una peritonite. Il peggio è stato che le cose non sono andate per il verso giusto e, a causa di complicanze, ho dovuto affrontare 5 interventi in due anni. Ho recentemente tentato l'intervento di ricanalizzazione, ma senza successo. Ho letteralmente pregato il chirurgo di riconfezionarmi la stomia; con l'ileostomia, ho ritrovato la mia qualità di vita. Sono in salute, in forma, felice, posso mangiare normalmente e sono ritornata a correre e scalare montagne.

Molto meglio lavorare per risolvere un problema che usare la stomia come alibi

Nonostante tutto, ho cercato di vedere la stomia come una sfida, piuttosto che come un limite per dedicarmi alle mie passioni. Ho sempre lavorato per trovare la soluzione alle difficoltà, piuttosto che adoperara la stomia come alibi. Non è sempre facile, ma avere questa consapevolezza mi ha aiutata a reagire.

Le persone mi chiedono se quello che ho affrontato mi abbia cambiata. In qualche modo sì, ma in meglio; guardo le situazioni da un'altra prospettiva e quello che mi è capitato mi ha insegnato tanto e sono grata per questo. Dopo 5 interventi all'addome e il momento più difficile in cui non pensavo che sarei tornata a mangiare, le cose semplici della vita - come andare a correre o fare una passeggiata con i miei familiari - erano preziose e non date per scontato. Oggi apprezzo ogni singolo passo io abbia affrontato.

Nel 2014, divenni la prima persona ileostomizzata a correre l'Himalayan 100 – una competizione di 5 giorni, di centinaia di chilometri sul versante Indiano dell'Himalaya. Uno spettacolo mozzafiato. Ho goduto di una splendida alba sul Monte Everest, con i primi barlumi di luce sulle vette più alte del mondo. E quando sono tornata a casa, mi sono sentita invincibile. ho pensato: "Se sopravvivo a questo, posso fare qualsiasi cosa". L'incredibile enegia che ho provato mi ha fatto capire che la stomia non doveva e non poteva essere un limite nel ritornare alla mia vita quotidiana.

Richard Nixon una volta disse, ‘Solo se sei stato nella valle più profonda, puoi davvero apprezzare la magnificenza delle montagne più alte’. Spesso mi meraviglio di quanto abbia apprezzato le montagne senza conoscere la ‘valle più profonda.' Le avversità insegnano molto. Ci rendono più forti e non ci devono spaventare. Per me, la stomia è una sfida da affrontare - come una maratona o qualsiasi altra competizione. Non è un limite, né una disabilità. Non le consentirò di fermarmi.

Oggi sono una mamma lavoratrice come tante. Vivo in Inghilterra con mio marito John, i nostri due Labrador, e i nostri figli adolescenti, Eddie e Charlie

 

 

 

 


Registrati per conoscere tutti i servizi e i prodotti a disposizione ed essere aggiornato sulle ultime novità
Iscriviti ora al Programma me+ X

Server: UmbMastr